Digiuno intermittente

Aralıklı Oruç
Il digiuno intermittente è una tendenza nutrizionale sempre più popolare che trova interessante molte persone che vogliono perdere peso. Melinda Gong, dietista registrata alla UC Davis Health, spiega il concetto di digiuno intermittente e discute i pro e i contro di questo piano alimentare.

Da dove viene il digiuno?
Innanzitutto è importante definire il digiuno. Il digiuno non è consumare il cibo consapevolmente. Al contrario, la fame è uno stato che comporta l'incapacità di mangiare, sulla base di fattori che sfuggono al controllo di una persona.

La pratica del digiuno risale ai tempi antichi ed era una pratica comune per favorire la guarigione del corpo. Si sostiene anche che abbia origini religiose e possa rafforzare i legami religiosi delle persone. Ad esempio, c'è un esempio in cui il digiuno durante il Ramadan viene praticato soprattutto dalla mattina alla sera.

Come funziona il digiuno intermittente?
L’idea del digiuno intermittente si basa sull’idea che il corpo può ottenere energia dalle riserve di grasso in modo più rapido ed efficiente. Il glucosio è la principale fonte di energia proveniente dai carboidrati, ma in caso di carenza di glucosio il corpo si dedica alla combustione dei grassi. Questa condizione si verifica maggiormente durante i periodi di carenza alimentare. La capacità di immagazzinamento del grasso del nostro corpo è quasi illimitata.

Il digiuno intermittente può essere attuato in molti modi diversi. Non esiste un piano di digiuno perfetto e trovare quello migliore spesso dipende dal tuo stile di vita personale.

Il digiuno per 12 ore o più al giorno è un metodo. La persona media dorme circa 7 ore, quindi il tempo di sonno è incluso nel periodo di digiuno. Non mangiare dopo cena può aiutare il corpo ad aumentare la combustione dei grassi. Questo approccio può essere particolarmente efficace se hai l'abitudine di fare spuntini la sera.

Un’altra forma di digiuno intermittente prevede il digiuno a giorni alterni. Questo approccio significa mangiare quello che vuoi 5 o 6 giorni alla settimana e digiunare 1 o 2 giorni alla settimana. Si consiglia di bere acqua e brodo nei giorni di digiuno per non disidratarsi. Questo tipo di digiuno può essere particolarmente utile per le persone che hanno un programma di lavoro intenso e non possono mangiare regolarmente.

Ricorda: è importante scegliere cibi sani come frutta, verdura, cereali integrali, carni magre, proteine ​​vegetali e latticini a basso contenuto di grassi nei pasti.

Il digiuno intermittente è adatto a te?
Può essere difficile rispondere a questa domanda. Nel complesso, è importante determinare i tuoi obiettivi e il motivo per cui vuoi provare il digiuno intermittente. È qualcosa che intendi mantenere per tutta la vita?

Molte persone considerano l'idea di provare il digiuno per perdere peso, ma se non è un piano sostenibile e non riesci a mantenerlo per tutta la vita, potresti riacquistare il peso perso. Il digiuno intermittente può aiutare a perdere peso, soprattutto quando si scelgono pasti bilanciati e si consumano porzioni controllate durante i periodi di digiuno.

Presta attenzione alle tue abitudini alimentari. Se scopri di avere l'abitudine di fare spuntini la sera, il digiuno intermittente può darti disciplina e aiutarti a mangiare di meno. Se l'ora di cena è in ritardo, puoi modificare gli orari dei pasti per consentire al tuo corpo di iniziare a digiunare prima.

Altri benefici per la salute derivanti dal digiuno intermittente sono ancora oggetto di ricerca e non si sa abbastanza su come influisce sulle condizioni croniche. Se stai pensando di provare il digiuno intermittente, è importante parlare prima con un consulente sanitario. Qualsiasi tipo di digiuno può essere rischioso se si assumono determinati farmaci o si hanno determinati problemi di salute. Il tuo medico può valutare la tua storia sanitaria e fornire indicazioni. È importante provare metodi di cui sei soddisfatto e che puoi implementare in modo sostenibile. Se seguire un particolare modello alimentare sembra stressante, il digiuno intermittente potrebbe non essere adatto a te.

Blog correlati